Tuo figlio può imparare l’inglese anche in Italia?

Spesso i genitori dei ragazzi che frequentano la scuola media, inferiore e superiore, ci chiedono se organizziamo vacanze studio per i ragazzi.

Effettivamente, ne abbiamo organizzate, abbiamo accompagnato diversi gruppi gli anni scorsi, supportate da agenzie che lo fanno di lavoro.

Per il ragazzo è un’esperienza bellissima dal punto di vista culturale: il primo approccio diretto ad una cultura diversa, quella di cui studiano la lingua. Anche se poi la lingua viene parlata meno di quanto si potrebbe, resta, comunque, un’esperienza utile per il fascino che esercita e perché il ragazzo si trova costretto a crescere, per la prima o una delle prime volte, lontano da casa.

Resta, comunque, il dato oggettivo che, rispetto al costo di una study holdiay, la lingua viene parlata poco. Ci si trova spesso tra italiani e, quando si fa amicizia con ragazzi stranieri, sono per lo più spagnoli! Non è un caso, non solo con gli spagnoli ci si capisce anche senza l’inglese, ma sono anche i maggiori fruitori di vacanze studio insieme agli italiani.

Per poter offrire ai ragazzi un’esperienza altrettanto valida con un ottimo rapporto qualità prezzo, organizziamo full immersion presso la nostra sede, una o due settimane in cui i ragazzi si trovano e fanno conversazione, insieme ad attività ludiche che li aiutano a migliorare l’inglese. Li accompagna in classe un docente madrelingua, giovane, in modo tale che possa capire i loro interessi, stimolare la loro curiosità e con cui  i ragazzi si possano sentire in sintonia. Al tempo stesso ha, però, esperienza didattica e la capacità di gestire un’aula con regole diverse dalla scuola, niente compiti e interrogazioni, ma tanta collaborazione tra i ragazzi e l’abitudine di parlare sempre in inglese.

Condividendo un’esperienza cosi arricchente, i ragazzi si uniscono tra di loro, si dimenticano di avere vergogna e iniziano a parlare in inglese anche tra loro, non solo con il docente. Se si arriva a questo, il gioco è fatto: i ragazzi si sono divertiti e hanno iniziato a parlare in inglese senza pensare in italiano. Non importa se faranno qualche errore, il nostro obiettivo è stato raggiunto: hanno imparato e iniziato a scoprire che l’inglese è anche tanto divertimento!

 

Se vuoi saperne di più: http://www.centrostudiadmaiora.com/course/english-for-teenagers-dal-09-luglio/

 

Maria Tagliaferri, Responsabile Formazione di Centro Studi Ad Maiora, Direttrice insieme a Concetta Donvito dal 1998.
Appassionata di lingue e di culture diverse, crede che il modo migliore per imparare una lingua sia attraverso l’esperienza e il divertimento organizzati in un metodo esperienziale nel quale desidera cimentarsi.