Il fascino del musical: Cats on the stage!

Cinema e teatro sono dei luoghi che portano a sognare; ho sempre amato andare al cinema, ma il teatro ha un fascino avvolgente, subisco lo charme degli attori che rappresentano una storia, in particolare se drammatica.

Andare a teatro a Londra non è stato sempre facile; ricordo, in particolare, di aver visto diverse opere di Shakespeare, tra cui “A Midsummer Night’s Dream”, ovvero “Sogno di una Notte di Mezza Estate”, “The Merchant of Venice” il cui protagonista è Othello e mi sono anche trovata a interpretare lo spiritello Ariel in una rappresentazione universitaria ad Aberdeen in Scozia! Sono stati momenti emozionanti, per la scenografia e la bravura degli attori, a parte quando io recitavo Ariel… ma devo ammettere che la comprensione della lingua era pari al 20% trattandosi dell’inglese di Shakespeare, anche se pur sempre modern English!

Al contrario, mi ha coinvolto interamente l’esperienza vissuta a New York, quando, per un errore, mi sono trovata sul palco di “Cats”, il famosissimo musical di Andrew Lloyd Webber. Nell’estate dell’89, appena diplomata, vado negli Stati Uniti per una full immersion di inglese. Da Rochester, la città in cui mi ospitava la tipica famiglia americana, mi sposto a New York per raggiungere mio cugino e la sua ragazza. Sono loro ad incoraggiarmi ad andare a vedere lo spettacolo prendendo il biglietto “stage” – non conoscendo tanto bene l’inglese, si sono trovati sul palco. Be, è stata un’esperienza unica, mi sono sentita parte dello spettacolo avvolta da magnifici gatti che cantavano e ballavano rivolgendosi anche a me. E pensare che mio cugino aveva scelto il biglietto “stage” perché era il più economico!

Ho visto altri musical come “Mamma Mia!”, sempre a New York, ma parecchi anni dopo, “the Phantom of the Opera” a Francoforte e “West Side Story” e “I Miserabili” a Londra, oltre a diversi altri, ma “Cats” mi è rimasto nel cuore: non solo mi sono emozionata ed ho metaforicamente ballato insieme ai gatti, ma ero talmente coinvolta che riuscivo a seguire tutto, anche se ero solo all’inizio della conoscenza della lingua. Se vi piacciono i musical, non esitate. Sarà un’esperienza unica e un salto verso una maggiore conoscenza dell’inglese!

Maria Tagliaferri, Responsabile Formazione di Centro Studi Ad Maiora, Direttrice insieme a Concetta Donvito dal 1998.