IMPARARE UNA LINGUA DA ADULTI

Chi dice che dopo una certa età non si è più in grado di imparare una lingua straniera? Non è assolutamente vero… Troppe volte, il concetto di un “cervello ormai arrugginito ad una certa età per riprendere a studiare” ha frenato molte persone dal rimettersi in gioco, iscrivendosi ad un corso di inglese o spagnolo.

E’ vero che il ritmo di apprendimento potrebbe essere meno veloce di quello di un giovane, ma l’entusiasmo e l’interesse …..dove li mettiamo? Secondo voi questi sono fattori irrilevanti? Spesso i quarantenni e anche gli over 40 di passione ed entusiasmo ne hanno da vendere…..

L’adulto colma spesso le lacune dovute all’aver concluso gli studi da tempo con un interesse maggiore ed un coinvolgimento particolare, spinto dalla necessità di utilizzare le lingue sul lavoro o dalla volontà di crearsi un proprio spazio quando viaggia, anche per “affrancarsi” dall’amico o collega che parla perfettamente le lingue e lo fa sentire “dipendente”, pur salvandolo da situazioni imbarazzanti.

Non è vero? A detta di molti queste situazioni sono un po’ fastidiose… tu cosa ne pensi?

Utilizzare un’altra lingua per comunicare, anche in modo non completamente corretto, è uno sforzo apprezzabile. Anche perché in qualche modo ci si esprime ed è sempre meglio che stare in silenzio per il timore di non essere all’altezza. Inoltre, è una grande soddisfazione iniziare a mettere in pratica quanto appreso e vedere che l’altra persona capisce e risponde!

Le lingue non solo devono essere studiate, ma “vissute”. In questo modo tutto si semplifica nel lavoro, in un viaggio e ti rendi conto di quanto puoi capire dell’altra persona, del suo mondo, entrando in contatto anche solo con alcune semplici frasi. Al giorno d’ oggi, più che mai, poter dire qualche frase in una lingua straniera ti permette di scoprire nuovi mondi e non solo geografici…

Allora, perché non pensare ad iniziare un corso di inglese, spagnolo, russo, o di un’altra lingua in autunno e poi pianificare un’estate diversa con una tua visione diversa? Accetta la sfida!