Le full immersion estive di inglese per i nostri ragazzi…

Ormai per molti genitori l’estate è il periodo diviso tra le vacanze e le lezioni di recupero.

Tra le materie più gettonate ci sono inglese, matematica e fisica…

Se un ragazzo non viene rimandato ma è un po’ debole in inglese, spesso ci si accontenta del risultato ottenuto e si aspetta l’inizio del nuovo anno con l’espressione: vedremo l’anno prossimo come andrà…

Io, insegnante di lingue e mamma di una ragazza di 17 anni promossa a giugno ma con un inglese non fortissimo, ho preferito non aspettare a settembre e anche quest’anno ho proposto  a mia figlia di partecipare ad un progetto di potenziamento di lingua inglese con docenti madrelingua presso Centro Studi Ad maiora.

Mia figlia aveva già avuto quest’esperienza l’anno scorso e si è divertita tantissimo.

Durante l’intera settimana si parla in lingua dalle 9 alle 13 e l’atmosfera creata e simile a quella di una settimana in Inghilterra a cifre decisamente diverse.

I gruppi sono piccoli per far sì che i ragazzi vengano coinvolti, seguiti meglio, e durante le lezioni ci sono attività diversificate per rendere il tutto ancor più stimolante e divertente: dalla musica, alla messa in scena di situazioni di vita quotidiana, all’ascolto di video mirati per arricchire il vocabolario e potenziare l’ascolto.

I ragazzi iniziano a parlare, a “buttarsi”, come si sul dire, senza preoccuparsi della frase corretta o meno, a chiedere all’insegnante in lingua: “ come si dice?;  Voglio dire questo in inglese… “

I risultati di quest’esperienza si sono visti anche durante l’anno: mia figlia ha iniziato a studiare con più piacere, ma soprattutto ha iniziato a non considerare più l’inglese solo come materia di studio ma come uno strumento importante e piacevole di comunicazione per creare nuove relazioni.

Ringrazio Centro Studi Ad maiora e consiglio ai genitori di proporre queste attività ai loro ragazzi.

Anna