Learn English with Freddy Mercury….

Ci sono alcune canzoni inglesi cosi radicate e impresse nella memoria collettiva che hanno contribuito a far amare la lingua a generazioni, per lo meno a rendere automatico l’uso, o almeno l’ascolto, di alcune espressioni. Freddy Mercury e i Queen sono stati e sono protagonisti di questo. Per le generazioni che erano giovani negli anni ’70,  ’80 e ’90 cantare “We will we will rock you” e “Show must go on, show must go on, yeah…. Inside my heart is breaking, my make-up may be flaking, but my smile still stays on”, ossia “Lo spettacolo deve andare avanti Lo spettacolo deve andare avanti Il cuore mi si sta spezzando dentro
Il trucco forse si sta sfaldando Ma il mio sorriso resta” – magari non proprio tutte le parole, probabilmente di tante non si sapeva neppure il significato – era molto popolare e creava squadra.

Tra l’altro, le canzoni dei Queen sono anche utilizzate a scuola per l’inglese standard del cantante. Una canzone come “Don’t stop me now” si presta per insegnare il present continuous: “Don’t stop me now, I’m having such a good time I’m having a ball”, “Non fermarmi, mi sto divertendo cosi tanto, me la sto spassando” e ancora … “I’m burnin’ through the sky, yeah ……..I’m traveling at the speed of light”, “ Sto bruciando attraverso il cielo, si….. sto viaggiando alla velocità della luce”.

Un’altra canzone, anche questa molto nota, come “We are the champions” – chi non l’ha cantata in gita scolastica o con la squadra di calcio o basket dopo una vittoria? – si presta bene per evidenziare l’uso del present perfect: “I’ve paid my dues Time after time I’ve done my sentence But committed no crime
And bad mistakes I’ve made a few I’ve had my share of sand kicked in my face But I’ve come through”
“Ho pagato ciò che dovevo, volta per volta Ho scontato la mia sentenza, ma non ho commesso reati E di malefatte, ne ho fatte alcune Ed ho ricevuto sabbia calciata sul mio viso Ma l’ho superata”.

La carica che trasmette nella sue canzoni e il suo carisma hanno contribuito a segnare un’epoca. Freddy Mercury era e resta il leader dei Queen e si è fatto amare da milioni di fan in tutto il mondo. Non solo i testi profondi della canzoni hanno appassionato i suoi fan, ma anche la sua capacità di intrattenere uno spettacolo come artista completo. Non dimentichiamo, poi, la battaglia che ha combattuto in quanto omosessuale in un’epoca in cui la maggior parte dei gay no avrebbe mai fatto coming out.

Possiamo essere più o meno d’accordo sulle sue scelte, ma la bellezza delle sue canzoni, la profondità dei suoi testi, il fascino del cantante e l’abilità dell’artista sono aspetti che non possono essere facilmente dimenticati e che restano profondamente intrinsechi al valore della sua musica.

 

Maria Tagliaferri, Responsabile Formazione di Centro Studi Ad Maiora, Direttrice insieme a Concetta Donvito dal 1998.
Appassionata di lingue e di culture diverse, crede che il modo migliore per imparare una lingua sia attraverso l’esperienza e il divertimento organizzati in un metodo esperienziale nel quale desidera cimentarsi.