Quanto tempo mi ci vorrà per imparare l’inglese?

Insegno inglese da più di 20 anni e le domande che mi sono state rivolte sono tra le più diverse. Tra quelle che vanno per la maggiore:  “Quanto tempo mi ci vorrà per imparare l’inglese? Non dico come un madrelingua, ma almeno cavarmela bene nelle diverse situazioni”. Bene, domandare è lecito, rispondere… non è sempre possibile anche perché dipende dall’impegno che un allievo ci mette, ma per imparare una lingua l’impegno non basta.

Paragonando l’inglese al ballo, per quanto possa conoscere tutti i passi della mazurca, del foxtrot o della salsa, ancora più importante è che senta la musica, la segua, ti faccia guidare e ti abbandoni a lei. È quando riesci a fidarti e a farti trasportare, quando il tuo obiettivo non è più la performance, ma il divertimento che sei diventato un ballerino o, comunque, sei sulla buona strada, anche se a volte fai qualche passo sbagliato, perché poi recuperi.

Così quando impari una lingua: all’inizio sei tutto concentrato sulle regole, sul non fare errori,  ogni parola, ogni frase che pronunci è quasi un’impresa, poi arrivi a sentirti più sicuro …fino ad arrivare a quel momento in cui inizi ad essere meno severo con te stesso, ti fidi e ti affidi, ti rendi conto che il tuo interlocutore ti capisce, anche se ti scappa qualche errore, inizi anche a divertirti e capisci che non è così grave se sbagli un present perfect. E’ in quel momento che hai fatto il salto e che il tuo inglese è diventato fluent!

Ritornando alla domanda iniziale, il tempo necessario per portare a compimento questo processo varia a seconda dell’allievo. C’è una componente legata all’impegno e alle capacità, quindi i progressi possono essere misurabili,  ma la capacità di affidarsi, di divertirsi e lasciarsi andare non è  temporizzabile….

Maria Tagliaferri, Responsabile Formazione di Centro Studi Ad Maiora, Direttrice insieme a Concetta Donvito dal 1998.
Appassionata di lingue e di culture diverse, crede che il modo migliore per imparare una lingua sia attraverso l’esperienza e il divertimento organizzati in un metodo esperienziale nel quale desidera cimentarsi.