Cogli l’attimo

La nostra vita è realmente cambiata in queste ultime settimane e, se da un lato ci dobbiamo pizzicare per essere sicuri di non vivere in un incubo, dall’altro, senza rassegnarci, possiamo trovare il modo per far buon viso a cattivo gioco.

I contatti con le persone sono l’anima ed il carburante della mia attività e, per forza di cose, mi trovo a doverli limitare. Ammetto che non sia facile restare calmi e positivi in questo periodo delicato, ma, nonostante tutto, sto ritrovando con entusiasmo tempo per la lettura, per approfondire argomenti di crescita personale, imprenditoriale e… persino per dedicarmi alla lettura appassionata dei romanzi, di solito relegati al periodo estivo.

E per tutte le persone che vogliono migliorare la conoscenza della lingua inglese, quale migliore occasione per dedicare almeno una parte del tempo, forzatamente sottratta agli impegni di networking e di contatto con le persone, ad entrare in contatto, invece, con l’idioma straniero?

Non esageriamo, non avremo intere giornate per poterci dedicare, ma po’ di tempo in più si… e allora, let’s start! Ecco 8 idee:

1 Film in lingua inglese: tutti sognano di guardare un film in lingua e di capirlo, ma l’accento e gli slang non lo rendono la cosa più semplice del mondo! Non pensare di guardare tutto un film, ma una parte si; scegline uno che già conosci e usa i sottotitoli almeno la prima volta – in English please, è utilissimo per imparare nuove espressioni. La seconda volta puoi toglierli.

2 Documentari: se ti piacciono gli animali, la storia o la geografia è il modo migliore per imparare una lingua. Gli speaker hanno un impeccabile accento standard e non parlano alla velocità della luce, come nei film o al telegiornale. Seguire le immagini commentate rende la comprensione piuttosto semplice.

3 Soap opera: la comprensione è ancora più semplice; è incredibile come nelle soap non accada praticamente mai nulla, sembra che gli avvenimenti siano al rallentatore. Quale miglior metodo per imparare, soprattutto se il livello è piuttosto basso?

4 Canzoni: soffermati a cercare in internet i testi (lyrics) delle canzoni che ti piacciono. Quando ascolti una canzone, lavora la parte del cervello che si occupa di arte e musica. Hai mai notato come sia facile imparare le parole delle canzoni e come alcune canzoni ti siano rimaste impresse da quando eri bambino? Per ricordare nell’ordine corretto l’alfabeto inglese canto ancora, a mente, la famosa a, b, c, d, e, f, g….

5 Letture graduate: non è necessario che ti cimenti in letture impegnative di libri che richiederebbero attenzione anche nella tua lingua madre. Ci sono i fantastici “graded readers”, ossia libri semplificat,i accompagnati dal supporto audio, che puoi scegliere a seconda del tuo livello. Puoi iniziare da un livello adatto a te e, gradatamente, passare al superiore.

6 Riviste: ci sono delle riviste redatte appositamente per chi studia inglese con una selezione di articoli che parte dall’A1 al C2 con la spiegazione delle parole in italiano; le tematiche affrontate sono sia di attualità che culturali e turistiche e, in alcuni casi, presentano una sezione di glossario tradotto in italiano o semplificato.

7 Articoli in internet: se hai degli interessi particolari e argomenti che ti incuriosiscono, prova a leggerli in inglese. Se sei già esperto nel settore, è più facile di quanto si possa pensare.

8 Radio: se sei stato all’estero hai già una radio preferita inglese o americana: dedica qualche minuto all’ascolto della tua radio preferita; alternando una canzone e un po’ di ascolto dello speaker che avrà un’ottima pronuncia, ti puoi divertire!

Here we are… a questo punto non hai più scuse, le idee ci sono ed il tempo non manca! Don’t miss the chance and enjoy yourself!

Maria Tagliaferri, Responsabile Formazione di Centro Studi Ad Maiora, Direttrice insieme a Concetta Donvito dal 1998.

Appassionata di lingue e di culture diverse, crede che il modo migliore per imparare una lingua sia attraverso l’esperienza e il divertimento organizzati in un metodo esperienziale nel quale desidera cimentarsi.