Così festeggiano il Natale in Messico

Così festeggiamo il Natale in Messico

Ogni anno in Messico la “NAVIDAD” si comincia a festeggiare già dal 16 di dicembre con la prima “posada”, che vuol dire la rappresentazione del pellegrinaggio che la Vergine Maria e San Giuseppe trascorsero quando stavano cercando una strada verso Betlemme.Le famiglie e gli amici si riuniscono in diverse case dal 16 fino al 24 dicembre per rappresentare questo evento. Si chiede “posada” cioè rifugio per il bambino Gesù che sta per nascere, ma si fa con dei cantici a ritmo. Il gruppo che chiede rifugio si trova fuori con delle candele e generalmente porta in braccio delle figurine del presepe che rappresentano la Vergine, Giuseppe e il bambinello. Invece quelli che sono dentro rispondono ai versetti e aspettano fino alla fine della canzone per aprire le porte e far entrare tutti quelli che erano fuori, cioè, i pellegrini.

Un’altra cosa che non manca mai nella POSADA sono le coloratissime “piñatas” (si pronuncia pignatas), cioè pentolacce, esse si rompono con un bastone e generalmente quelli che vogliono romperle devono essere bendati. La piñata rappresenta il peccato, ecco perché è colorato, felice e bello, come l’attraente rappresentazione del peccato. Inoltre, la” piñata” di solito ha una forma a stella a 7 punte e ognuno di esse rappresenta uno dei peccati capitali. Le “piñatas”sono riempite di caramelle, frutta di stagione e altre sorprese che quando cadono, tutti i presenti si avvicinano rapidamente a raccogliere.

Feliz Navidad!

Lorena Acosta, insegnante di spagnolo. Collabora con Centro Studi Ad Maiora